Corso antincendio aziendale

Come disposto dal Testo Unico in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, in ogni azienda o unità produttiva il Datore di lavoro deve nominare degli addetti antincendio e primo soccorso, i quali devono – per legge – seguire degli appositi corsi di formazione: il corso antincendio aziendale e quello di primo soccorso aziendale.

In particolare l’addetto alla prevenzione incendi deve frequentare un corso antincendio aziendale la cui durata varia a seconda del livello di rischio in cui rientra l’azienda: basso, medio o alto.

Questa distinzione viene riportata nel Decreto Ministeriale del 10 Marzo 1998 (“Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro”), il quale, nell’allegato IX dispone:

I contenuti minimi del corso antincendio aziendale “devono essere correlati alla tipologia delle attività ed al livello di rischio di incendio delle stesse, nonché agli specifici compiti affidati ai lavoratori. Tenendo conto dei suddetti criteri si riporta a titolo esemplificativo un’elencazione di attività inquadrabili nei livelli di rischio elevato, medio e basso […]:

Attività a rischio incendio medio

Rientrano in tale categoria di attività: i luoghi di lavoro compresi nell’allegato al D.M. 16/2/1982 e nelle tabelle A e B annesse al DPR n. 689 del 1959, con esclusione delle attività considerate a rischio elevato; i cantieri temporanei e mobili ove si detengono e impiegano sostanze infiammabili e si fa uso di fiamme libere, esclusi quelli interamente all’aperto.

Attività a rischio incendio alto

A titolo esemplificativo: industrie e depositi di cui agli artt. 4 e 6 del DPR 175/88; fabbriche e depositi di esplosivi; centrali termoelettriche; aziende estrattive di oli minerali e gas combustibili; impianti e laboratori nucleari, depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie sup. a 20.000 m2; attività commerciali con superficie aperta al pubblico sup. a 10.000 m2; scali aeroportuali; infrastrutture ferroviarie e metropolitane; alberghi con oltre 200 posti letto; ospedali, case di cura e di ricovero per anziani; scuole con oltre 1.000 persone presenti; ufficio con oltre 1.000 dipendenti; cantieri temporanei o mobili in sotterraneo o che impiegano esplosivi.

Attività a rischio incendio basso

Rientrano in tale categoria di attività quelle non classificabili a medio ed elevato rischio e dove, in generale, sono presenti sostanze scarsamente infiammabili, dove le condizioni di esercizio offrono scarsa possibilità di sviluppo di focolai e ove non sussistono probabilità di propagazione delle fiamme.

Se l’azienda o l’unità produttiva rientra nel rischio basso, l’addetto alla prevenzione incendi dovrà frequentare un corso antincendio aziendale della durata di 4 ore, se rientra nel rischio medio, il corso avrà una durata di 8 ore, mentre se rientra in quello alto, il corso avrà una durata di 16 ore.

La nostra società organizza periodicamente classi di formazione per il corso antincendio. Tali corsi prevedono a fine formazione il rilascio di un attestato comprovante l’avvenuta formazione e valido ai sensi di legge su tutto il territorio aziendale. Per conoscere le date della prossima classe di formazione, per ricevere un preventivo di spesa o per avere ulteriori informazioni, contattateci senza impegno.

Contattaci per avere maggiori informazioni e ricevere un preventivo gratuito, contattaci. Riceverai una risposta in meno di 24h.