Cambio caldaia condominio: piano di ammortamento

Cambio caldaia condominio: piano di ammortamento

Cambio caldaia condominio: come si può risparmiare spendendo.

Effettuare un cambio caldaia condominio sembra essere una mossa dispendiosa. Talvolta è necessario però incorrere in questa spesa per i più disparati motivi. Può accadere che la vecchia caldaia a singola utenza debba essere sostituita. Che il motivo sia il malfunzionamento della caldaia o il dover adempiere a normative imposte dalla legge, il cambio caldaia condominio va effettuato al meglio possibile.

Con l’entrata i vigore del Decreto Legge 63/2013, la detrazione del 55% prevista per gli interventi di riqualificazione energetica è diventata del 65%. Grazie alla Legge di Stabilità del 28 dicembre 2015  i condomini avranno tempo fino al 31 dicembre 2018 per detrarre fiscalmente il 65% tutti gli interventi di efficienza energetica che interessano le parti comuni, compreso il cambio caldaia condominio.

Fra gli interventi che possono essere detratti rientra anche il cambio caldaia condominio, una delle operazione con cui i condomini hanno sempre più spesso a che fare. Il problema però è che, visti i costi che il cambio caldaia condominio comporta, spesso il condominio decide di posticipare l’intervento con il rischio, magari, di ritrovarsi in pieno inverno con una caldaia guasta o mal funzionante e non sapere cosa fare.

cambio caldaia condominio

Caldaia a condensazione: la caldaia ideale per il benessere economico ed ecologico.

In termini di nuove risorse tecnologiche la caldaia a condensazione è il sistema migliore da valutare in un cambio caldaia condominio. Il sistema a condensazione è infatti la frontiera più conveniente economicamente ed ecologicamente parlando. Grazie al suo meccanismo di ricircolo dei fumi molti dei prodotti di scarico che venivano dispersi nell'aria con le vecchie caldaie, ora vengono riutilizzati nel processo di riscaldamento. Questo porta a una concatenazione di vantaggi a partire dall'evidente beneficio ecologico: i prodotti di scarico non vengono più riversati nell'ambiente. La conseguenza di questo ricircolo sta nell'utilizzo del gas caldi, che infatti sono impiegati nel processo di riscaldamento dell'acqua. Come è facile intuire a questo punto, se la caldaia consuma meno energia per produrre calore allora è deducibile che minore consumo e uguale a minore spesa. Infatti si sono calcolati enormi risparmi in bolletta.

Una delle variabili da calcolare prima di un cambio caldaia condominio è il costo. Il costo caldaia a condensazione è condizionato dal fatto che la caldaia è in grado di riutilizzare i gas espulsi dalla caldaia, per ridurre notevolmente l’energia nel circuito di riscaldamento. Esattamente come in una caldaia tradizionale, anche in quella a condensazione l’acqua viene scaldata tramite il calore della combustione. Dopodiché il gas di scarico passano all’interno di una canna fumaria. Ne consegue che l’energia all’interno dei fumi del gas andrebbe persa (in un tradizionale sistema con caldaie standard). In questo modo si ha lo stesso calore che si vuole, con un minor consumo, sia energetico che economico.

QUALI SONO I VANTAGGI?

  • Ottima efficienza energetica, fino al 98%
  • Basse emissioni di sostanze inquinanti grazie alla tecnologia a condensazione
  • I consumi scendono di circa il 30% rispetto ad una caldaia tradizionale
  • Bassi costi di investimento
  • Ampliamento flessibile, cioè con i collettori solari, le pompe di calore, bollitori e sistemi di controllo

cambio caldaia condominio

La Technobuild & Service, società specializzata nell’installazione di caldaie condominiali, oltre a offrire ai condomini un servizio di cambio caldaia condominio su tutto il territorio lombardo, offre anche svariate e personalizzabili soluzioni finanziarie che vanno dal credito personalizzato al finanziamento in bolletta gas, in partnership con i principali istituti di credito e società finanziarie accreditate e operanti sul mercato.

Ciò permette al condominio di poter usufruire:

  • fin da subito dei servizi di cui necessita;
  • usufruire delle detrazioni fiscali;
  • dilazionare il pagamento.

cambio caldaia condominio

PIANO DI AMMORTAMENTO PER LA SOSTITUZIONE DI UNA CALDAIA CONDOMINIALE

Riportiamo qui di fianco un esempio di ammortamento per il cambio caldaia condominio e l'installazione di una caldaia a condensazione per 36 appartamenti. Come potete notare il costo totale per la fornitura e l'installazione di una caldaia a condensazione Viessmann da 311 kW con rimozione della precedente caldaia e del bruciatore, la fornitura e l'installazione di una nuova pompa e della canna fumaria, il lavaggio e la bonifica dell'impianto di riscaldamento, gli allacciamenti idraulici, l'isolamento termico, il defangatore, le apparecchiature di sicurezza e il rifacimento totale dell'impianto elettrico viene a costare 32.930 €. Aggiungendo le pratiche ISPESL INAIL, il progetto dell'impianto elettrico, quello della canna fumaria e l'allegato B si arriva a 39.391 € (IVA al 10% inclusa).

Sottraendo le detrazioni IRPEF del 65% l'impianto avrà un costo effettivo di 13.787 €. Costo che potrete pagare in comode rate da 35,66 €, direttamente attraverso la vostra bolletta gas per 36 mesi.

Per avere maggiori informazioni e ricevere un preventivo gratuito, non esitare a contattarci.

 
COMPILA IL FORM E VERRAI RICONTATTATO DA NOI ENTRO 6 ORE




Email (richiesto)

Recapito telefonico

Il tuo messaggio

Motivo del contatto

Contattaci Ora