Caldaia a condensazione: tutto ciò che c’è da sapere sulle caldaie
17 settembre 2018
0

Caldaia a condensazione: il benessere del riscaldamento unito al piacere di risparmiare. Una scelta ecologica ed economica

Una caldaia a condensazione è una caldaia ad acqua calda nella quale si ha la condensazione del vapore acqueo dei fumi di scarico. In questo modo si ha il recupero del calore latente di condensazione e di conseguenza maggiore efficienza energetica rispetto ad una caldaia tradizionale. Questa è la definizione che Wikipedia da per introdurre la spiegazione di cos’è una caldaia a condensazione.

La prima caldaia a condensazione a gas (Ignis) risale al 1961. Ora le caldaie a condensazione sono delle più varie e disparate marche, tra tutte si annoverano le migliori marche come Daikin e Viessmann.

Come funzionano nello specifico questi sistemi di riscaldamento? La differenza sta nell’utilizzo del gas di scarico. Infatti nelle vecchie e ormai obsolete caldaie tradizionali dopo essere avvenuta la combustione i gas venivano espulsi nell’aria, causando in primo luogo una dispersione di gas di scarico nell’ambiente che risultavano dannosi, in secondo luogo uno spreco di gas caldo. La prima e sostanziale differenza con una caldaia a condensazione sta proprio nell’utilizzo di questo gas di scarico. Questo infatti, una volta creatosi per via della combustione, si accumula nella parte superiore della caldaia, in attesa di venire impiegato nuovamente per la combustione. In questo modo l’energia che deve essere impiegata per utilizzare il riscaldamento è minore. Ne consegue un risparmio energetico, che porta a un risparmio economico oltre che essere la miglior soluzione ecologica.

caldaia a condensazione

Caldaie a condensazione condominiali: il risparmio alla massima potenza

Da qualche anno la legge ha stabilito che i sistemi di riscaldamento condominiali possono essere di un solo tipo: riscaldamento centralizzato. Questo significa che tutte le caldaie condominiali dovevano essere sostituite da un’unica caldaia posta ai piedi del palazzo e collegata ad ogni appartamento tramite una fitta rete di tubature. Questo avrebbe portato a un notevole miglioramento ecologico, motivo per cui è stato scelto dallo stato di attuare questa legge. Quello che è arrivato come conseguenza è il risparmio energetico e quindi economico.

Le migliorie non hanno tardato ad arrivare ovviamente. Quando è stata mischiata la tecnologia delle valvole termostatiche e delle caldaie condominiali con quella della caldaia a condensazione, si è riuscito ad ottenere un upgrade di grande livello che ha permesso di avere ancor più risparmio economico, benefici ecologici ed efficienza energetica. La caldaia a condensazione condominiale è una caldaia dall’aspetto diverso dalla sua sorella caldaia a singola utenza, ma ha il vantaggio dello stesso identico funzionamento.

Valvole termostatiche prezzi. Giustificare il costo grazie al grande risparmio

I sistemi di riscaldamento centralizzati sono quelli che vanno per la maggiore al giorno d’oggi. La motivazione è anche dovuta alle normative in merito all’utilizzo degli impianti di riscaldamento. I valvole termostatiche prezzi sono legati alle caratteristiche e alle proprietà delle stesse.

In primo luogo bisogna capire che non si può parlare di valvole termostatiche prezzi, senza che si parli anche di contabilizzazione. Questi due strumenti infatti vanno in contro a molti, diversi tipi di esigenze. I benefici infatti si possono dividere in due macro gruppi: quelli annoverabili come personali ed economici e quelli invece ambientali ed ecologici.

I valvole termostatiche prezzi infatti devono necessariamente essere calcolati pensando alla spesa nella sua totalità. Bisogna quindi ragionare sulla spesa dal momento dell’acquisto, della messa in posa e del funzionamento nel tempo. La loro principale proprietà è quella di poter gestire autonomamente la quantità di calore che ogni singolo radiatore dovrà avere in ognuna delle stanze di un’unità abitativa di un condominio. Le valvole termostatiche prezzi sono bassi anche perché sono controllati e minuziosamente calcolati dal compagno di viaggio che viene fissato ad ogni radiatore insieme alla valvola termostatica: il contabilizzatore di calore.

Come si può evincere dal nome, il contabilizzatore di calore ha il compito di contare e calcolare la quantità precisa di calore che ogni radiatore ha consumato. Questo serve a calcolare la spesa che ogni condomino dovrà pagare alla fine del mese.

caldaia a condensazione

Costo installazione caldaia: come calcolare la spesa totale

La prima cosa che salta all’occhio quando si pensa al costo di un qualsiasi prodotto è il prezzo iniziale che si può vedere. La maggior parte degli acquisti dipende proprio da quel prezzo. Non si pensa che valutare una caldaia a condensazione significa andare oltre al prezzo che si può vedere su un listino.
Infatti va calcolata anche l’installazione della caldaia, che anch’essa può essere abbastanza elevata. Per calcolare però il costo totale di una caldaia a condensazione questo non basta. La spesa maggiore è però un’altra e di solito non viene mai presa in considerazione.
Se si pensa che una caldaia a condensazione ha una spesa mensile per tutti i mesi in cui viene utilizzata, si ha già una panoramica diversa dei costi. Ed è esattamente qui che avviene la magia della caldaia a condensazione. Si è calcolato che si può arrivare ad avere un risparmio del 30% sulla bolletta con l’utilizzo della caldaia a condensazione. Nel corso degli anni si arriva quindi a risparmiare parecchi soldi.

Era interessante? Condividilo

Contattaci Ora